FRU: Storia e Motivazioni

Il Festival delle Radio Universitarie (FRU) è un evento di rilievo nazionale nato nel 2007 ad opera dell’Associazione RAD.UNI., l’associazione culturale che riunisce operatori radiofonici universitari.

Il FRU nasce con l’obiettivo di costituire un momento di incontro, confronto, riflessione, dibattito e festa che abbia a tema l’effervescente realtà delle radio e webradio universitarie, le sue dinamiche, i suoi sviluppi, il suo ruolo come strumento di informazione, formazione ed intrattenimento per la comunità accademica e per tutta la realtà italiana.

Le prime due edizioni del FRU sono state tenute a Padova (nel 2007) ed a Catania (nel 2008) e sono state caratterizzate da un crescente successo sia in termini di partecipazione che di significative adesioni. L’edizione 2008 ha visto la partecipazione di ben 24 differenti emittenti universitarie e la stessa edizione ha avuto come main sponsor Telecom e la media-partnership della Rai. L’edizione 2009 si terrà a Salerno, i giorni 21 e 22 maggio nel Campus di Fisciano, una delle realtà universitarie italiane maggiormente dinamiche e rappresentative degli ultimi anni.

Seguendo l’ormai consolidato format della manifestazione, anche l’edizione 2009 si articola in due giornate ricche di Convegni e Workshop sulle tematiche più interessanti  legate alla comunicazione ed alle nuove tecnologie che saranno accompagnate da una costellazione di eventi musicali, dirette radiofoniche, spettacoli e concerti. Il FRU 2009 è organizzato dall’Università di Salerno attraverso il suo Ufficio Rapporti con la Stampa e il Centro ICT di Ateneo, dall’Associazione RAD.UNI. e dall’Associazione Unis@und WebRadio. La manifestazione ha ottenuto significativi patrocini sia nazionali che europei e il contributo di prestigiosi Sponsor di livello nazionale.

Uno dei principali obiettivi del FRU 2009 consiste nel massimo coinvolgimento di tutte le realtà universitarie italiane nella crescente comunità delle emittenti, realtà che  ha già dimostrato in varie occasioni la grande capacità di aggregazione di cui è dotata e la sua valenza come potente strumento di comunicazione: basti pensare a quello che è successo questo autunno in occasione delle “agitazioni” che hanno caratterizzato l’avvio dell’anno accademico.

Un altro importante obiettivo è quello di rafforzare il ruolo del Network RAD.UNI. come protagonista del dibattito sull'uso efficace e consapevole delle nuove tecnologie e come naturale aggregatore delle diverse realtà locali in uno scenario globalizzato. In quest’ottica, si intende condurre una riflessione ed aprire un dibattito sulle attuali tendenze e sul futuro prossimo del mondo della comunicazione: quali saranno gli effetti della integrazione digitale che, spinta dall'avvento delle nuove tecnologie, sta portando ad una convergenza globale di testo, immagini, audio, video in un ambiente altamente interattivo come il web? Che impatto avranno i nuovi modelli introdotti dal successo di fenomeni quali il Social Network sui media tradizionali?

Questi due obiettivi saranno perseguiti attraverso una campagna di informazione e di invito rivolta capillarmente a tutte le Università italiane e attraverso una definizione degli eventi/convegni che porrà l'accento sulle tematiche indicate e che coinvolgerà esponenti di rilievo sia nel settore della comunicazione radiotelevisiva che in quello delle nuove tecnologie.
 
L'intero Campus Universitario di Fisciano si trasformerà, durante le giornate del FRU09 in un grande laboratorio creativo nel quale sperimentare la ricchezza e la vivacità del fenomeno webradio universitarie e dal quale tracciare la strada per il prossimo futuro.